Login Registrati
“Sulle sue spalle”: dal 6 al 12 dicembre il film dedicato a Nadia Murad

“Sulle sue spalle”: dal 6 al 12 dicembre il film dedicato a Nadia Murad

La regista Alexandria Bombach racconta l’impegno di una giovane sopravvissuta al genocidio del popolo Yazidi da parte dell’Isis. A Nadia Murad sarà assegnato il Nobel per la Pace

Martedi, 04/12/2018 - Difficile per noi mettersi nei panni di Nadia Murad, una ragazza sopravvissuta al genocidio del popolo Yazidi da parte dell’Isis ed allo sterminio della sua famiglia nel 2014, quando aveva 20 anni, catturata, sottoposta a ogni tipo di violenze e ridotta in schiavitù, fortunosamente sfuggita ai suoi carcerieri ed oggi, a 23 anni, testimone privilegiata di una tragedia quasi sconosciuta.

Proprio perché si sappia quanto accaduto e per dare voce alle vittime, Nadia è diventata il volto di un popolo dimenticato e, giorno dopo giorno, combatte una battaglia difficile e dolorosa, quella per la memoria. Dai campi di profughi in Grecia ai raduni di sopravvissuti a Berlino, dal Parlamento canadese alla sede della Nazioni Unite, questa ragazza giovanissima continua a raccontare la sua storia e trova il coraggio di ripercorrere ancora una volta quei momenti terribili, riaprendo ferite recenti. Perché quanto è accaduto e sta tuttora accadendo non passi sotto silenzio. Perché la sua voce diventi il grido di speranza di un intero popolo.

Per l’importanza del suo impegno e per celebrare il suo coraggio, il 10 dicembre le sarà conferito il premio Nobel per la Pace. Proprio in occasione della consegna del Premio, e precisamente dal 6 al 12 dicembre, “Sulle Sue Spalle”, il titolo del docu-film che parla dell’assunzione di responsabilità di questa giovane donna verso il suo popolo, sarà al cinema, distribuito da ‘I Wonder Pictures’ e Unipol Biografilm Collection, per l’ evento speciale ‘I Wonder Stories’, realizzato grazie all’impegno e alla collaborazione di Unipol Gruppo.
Come di consueto per le I Wonder Stories, 'Sulle sue spalle' sarà distribuito in sala in collaborazione con Sky Arte, una partnership che in questa occasione speciale sarà ulteriormente valorizzata grazie alla messa in onda su Sky Arte di 10 minuti in esclusiva del film proprio nei giorni della consegna del premio a Nadia.

Martedì 4 dicembre al Cinema Colosseo, il Sala Biografilm Milano presenterà dunque l’anteprima in versione originale sottotitolata: l’anteprima sarà introdotta da Marina Calloni, professoressa ordinaria in Filosofia politica e sociale presso Università degli Studi di Milano-Bicocca, e Danilo De Biasio, Direttore del Festival dei Diritti Umani.

“Appena comincia a raccontare la propria storia, che ho sentito più e più volte, si potrebbe pensare che ormai ci si sia abituata - racconta la regista – ma ogni volta gli incontri comportano un grande impegno emotivo. Dai campi per rifugiati in Grecia ad una manifestazione in occasione dell’anniversario del genocidio a Berlino, alla Camera dei Comuni di Ottawa e agli uffici delle Nazioni Unite a New York, la vita di Nadia è in costante movimento. Ho seguito Nadia e le persone con cui lavora più a stretto contatto durante l’estate del 2016 e quello che ho trovato è un processo estenuante, senza una vera mappa ad indicare il successo. Iniziai a vedere che stava perdendo la fiducia nei media a cui si era affidata per raccontare la sua storia. Sembrava che l’incessante raffica di domande da parte dei media diventasse più spesso “Come ti hanno stuprata?” invece di “Cosa può essere fatto per gli Yazidi?”. Il palco della vittima, del sopravvissuto, non è da prendere alla leggera. Nadia stessa sa che le sue parole hanno spinto alcune persone all’azione. La mia speranza è che questo accesso intimo e privilegiato alla vita di Nadia, al di là del palcoscenico, riveli le reali fatiche che una comunità senza voce è obbligata ad affrontare per spingere il mondo ad aiutarla”.

Hanno collaborato alla realizzazione delle anteprime in Sala Biografilm di ‘Sulle sue spalle’: il Festival dei Diritti Umani di Milano, l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, l’Associazione Orlando – Centro delle Donne di Bologna e la Biblioteca Italiana delle Donne di Bologna.

Nadia Murad è un’attivista per i diritti umani. È stata nominata per il Nobel per la Pace, ha ricevuto il premio Vaclav Havel per i Diritti Umani e il premio Sakharov, ed il primo riconoscimento come Goodwill Ambassador per la Dignità dei Sopravvissuti al Traffico di esseri umani. Ha inoltre ricevuto il Clinton Global Citizen Award, il premio per la Pace dall’associazione spagnola delle Nazioni Unite, ed è stata nominata Donna dell’anno dal magazine Glamour nel 2016. Insieme a Yazda, un’organizzazione per i diritti degli Yazidi, Nadia sta lavorando per portare l’ISIS davanti al Tribunale Criminale Internazionale con l’accusa di genocidio e crimini contro l’umanità.

Alexandria Bombach è una premiata Direttrice della fotografia, del montaggio e regista di Santa Fe, in New Mexico. Il suo primo documentario, Frame by Frame, segue le vite di quattro fotoreporter afgani che stanno affrontando le difficoltà della creazione della prima stampa indipendente dell’Afghanistan. Il film fu presentato in anteprima mondiale al SXSW del 2015 e successivamente vinse più di 25 premi di festival cinematografici e fu presentato davanti al presidente dell’Afghanistan, Ashraf Ghani. Alexandria continuò il suo lavoro in Afghanistan nel 2016 dirigendo il film Afghanistan by Choice, supportato dal centro Pulitzer; un ritratto che intreccia le vite di cinque afghani che devono soppesare i pro e i contro del restare o del lasciare il proprio paese mentre la sicurezza nazionale si sta deteriorando. Oltre al suo lavoro documentaristico, la compagnia di produzione di Alexandria RED REEL ha prodotto storie premiate e ispirate dai suoi protagonisti sin dal 2009. Il suo film del 2013 Common Ground porta alla luce l’emozione di una comunità del Montana davanti alla proposta di aggiunta dell’area di foreste, come eredità e tradizione sono apparentemente difese da entrambe le parti. La sua serie MoveShake vince l’Emmy nel 2012 e cattura il conflitto interno delle persone che dedicano la loro vita ad una causa.

CHE COS’È SALA BIOGRAFILM
Sala Biografilm nasce come estensione nel corso dell'anno di Biografilm Festival – International Celebration of Lives di Bologna, il primo festival italiano dedicato alle biografie e ai racconti di vita i cui ambiti spaziano dal cinema alla letteratura, dal documentario alla fotografia, dall’arte al teatro, alla musica. Dopo il successo delle scorse edizioni che hanno visto a Milano molte serate sold out, Sala Biografilm, in collaborazione con il Cinema Colosseo, riproporrà per tutta la stagione 2017/2018 una programmazione eterogenea e di qualità che spazia dalla fiction ai documentari e che sarà densa di anteprime, eventi e incontri. Sala Biografilm Milano è realizzata da Biografilm Festival e The Culture Business in collaborazione con Multisala Colosseo | Milano e Il Regno del Cinema e si svolge con la partnership di Unipol Gruppo, Ciak – Il mensile di cinema, MYmovies.it, Zero Edizioni, MilanoToday.it - Gruppo Editoriale Citynews.

Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®