Login Registrati
Arriva nelle sale “Il vizio della speranza” vincitore alla Festa del Cinema di Roma

Arriva nelle sale “Il vizio della speranza” vincitore alla Festa del Cinema di Roma

Il film di Edoardo De Angelis si aggiudica il ‘Premio del Pubblico BNL’ con la storia di Maria, dalla tragedia della riduzione in schiavitù alla speranza di una rinascita.

Martedi, 06/11/2018 - Quest’anno ha vinto un’opera italiana, alla Festa del Cinema di Roma, e non era scontato data la varietà e qualità delle pellicole in concorso. Si tratta del film “Il vizio della speranza” (trailer) del regista napoletano Edoardo De Angelis, che si è aggiudicato il “Premio del Pubblico BNL” alla 13a edizione del RFF: è la storia di Maria, una donna segnata da un tragico passato e da un triste presente che fa il mestiere di Caronte, traghettando agli inferi (sul fiumeVolturno) donne straniere, per lo più prostitute nigeriane, che affittano i loro uteri per i lauti introiti dei loro magnaccia. Cappuccio in testa e passo risoluto, in compagnia del suo cane, Maria fa su e giù per il fiume, senza sogni né desideri, finché un giorno si riaffaccia in lei, timida e imprevista, la speranza, nella forma più potente ed ancestrale, perché ‘restare umani è da sempre la più grande delle rivoluzioni’. La speranza è come un vizio, anche in un contesto degradato come quello di Castel Volturno, privo dei diritti elementari, terra di nessuno, dove insieme al traffico di droga è andato crescendo il traffico delle maternità surrogate ai danni di donne tenute in condizioni di schiavitù, anche lì può avvenire una nuova nascita, una rinascita, e può fiorire il seme dell’umanità che si risveglia e cerca nuove vie da percorrere, quali che siano.
Il “Premio del Pubblico BNL”, in collaborazione con il Main Partner della Festa del Cinema, BNL Gruppo BNP Paribas, viene assegnato dagli spettatori che esprimono il proprio voto sui film in programma nella Selezione Ufficiale utilizzando myCicero, con l’app ufficiale della Festa del Cinema, RomeFilmFest (realizzata da Pluservice), e attraverso il sito www.romacinemafest.org.
“Nel fotogramma, passato, presente e futuro - racconta il regista - la storia delle donne e degli uomini è scritta sul corpo: nelle cicatrici il passato, nei gesti il presente, negli occhi il futuro. Il corpo è lo strumento principale della narrazione perché la sua materia mobile esprime la trasformazione dei personaggi; è veicolo tematico in quanto mostra la bellezza ferita di essere umani in attesa di qualcosa o qualcuno, disperati attaccati a un’ultima speranza; infine, il corpo esprime la volontà dell’anima di sovvertire l’ordine della disperazione, attraverso la resistenza e, al momento giusto, la ribellione. La vita si ostina a lottare contro la morte: l’arco del mondo si trasforma attraverso la nascita, la morte e la rinascita. Tutto ciò che resta immobile muore. Ciò che si muove vive. Per chi ha la forza di resistere, il premio è il miracolo del mondo che nasce”.
Nel cast, oltre alla bravissima e misurata Pina Turco nel ruolo di Maria, Massimiliano Rossi, Marina Confalone, Cristina Donadio, Edoardo De Angelis
Il vizio della speranza di Edoardo De Angelis arriverà in sala giovedì 22 novembre 2018, distribuito da Medusa.


Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®