Login Registrati
CANNES 2018, ‘Women in Motion’: parità di salario e stop alle molestie

CANNES 2018, ‘Women in Motion’: parità di salario e stop alle molestie

L’attrice Carey Mulligan nel film ‘Wildlife’ racconta i vincoli sociali delle donne

Domenica, 13/05/2018 - L'attrice britannica Carey Mulligan, nota per la varietà di ruoli interpretati sul grande schermo, ha aperto la quarta edizione di ‘Women in Motion Talks’ presso la Kering Suite situata presso l’Hotel Majestic di Cannes. (leggi anche)
In un breve lasso di tempo Carey Mulligan ha lasciato il segno a Hollywood con una nomination all'Oscar nel 2010 per il suo ruolo in “An Education” di Lone Scherfig. Un altro ruolo memorabile accanto a Ryan Gosling in “Nicolas Winding Refn's Drive” ha attirato l'attenzione durante il Festival di Cannes 2011, così come in “Shame”, diretto da Steve McQueen.
Il giorno prima del suo talk, la Mulligan è stata presente alla proiezione di “Wildlife”, il film di Paul Dano che ha inaugurato l'edizione 2018 della Semaine de la Critique - sezione parallela e indipendente del Festival - che mette in risalto le opere prime e seconde, in cui l’attrice interpreta il ruolo di una casalinga che, negli anni '60, sta per prendere la vita nelle sue mani e si distacca dal suo ruolo di madre e moglie.
"I vincoli sociali delle donne in quel momento erano molto più grandi - ha affermato l’attrice - ma esistono ancora oggi, e le donne sono ancora sottoposte a un'enorme pressione, proprio come il mio personaggio in “Wildlife”. E penso che sia una parte importante della lotta di Jeanette: questo costante tentativo di tenere insieme le cose intorno a lei e guardarle in un certo modo, cercando di rispondere in modo perfetto. Non si lascia mai andare. Penso che il ruolo fosse molto incentrato sul presentare i doveri di una casalinga in quel momento storico e tutte le cose che ci si aspettavano da te. Mi sono davvero divertito in “Wildlife” - ha aggiunto - a interpretare quel personaggio con tutti i suoi difetti. È così raro vedere una donna autorizzata a fallire sullo schermo: questo lato delle donne è in genere censurato".

Per quanto riguarda la rappresentazione delle donne nel cinema, lei risponde con un sorriso: "Cento anni fa era intorno al 25%, nei primissimi giorni, ed è rimasta praticamente del 25-26%. C'è ancora molta strada da fare e tutto ciò che sta accadendo ora impiegherà del tempo per andare a regime, ma penso che si stia muovendo nella giusta direzione e ci sono cose nelle quali, spero, non potremo tornare indietro: ladisparità dei salari e il comportamento molesto sul posto di lavoro.”
Carey Mulligan si congratula con la decisione presa dal Royal Court Theatre di Londra dove, in risposta alle esigenze di molte donne che hanno parlato, l'intero team ha firmato una ‘carta’ di buona condotta.

***
Carey Mulligan è un'attrice inglese, candidata al Golden Globe, al Tony and SAG Award e vincitrice del BAFTA. Torna a Cannes con una proiezione speciale per la serata di apertura della Critics Week del film IFC, “Wildlife” diretto da Paul Dano e interpretato da Jake Gyllenhaal. Il suo prossimo lavoro sarà a Broadway, in giugno, nel ruolo dell’attrice protagonista di “Girls & Boys” di Dennis Kelly.

Photo_by_Vittorio_Zunino_Celotto-Getty



Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®