Login Registrati
FESTIVAL DI BIOETICA: prima edizione / tutti i materiali

FESTIVAL DI BIOETICA: prima edizione / tutti i materiali

Il 28, 29 e 30 agosto a Santa Margherita Ligure si tiene la prima edizione: la salute al centro dei dibattiti

Sabato, 12/08/2017 - La bioetica rappresenta ancora qualcosa di misterioso ed è spesso associata ad immagini inquietanti o che distorcono il suo autentico significato e le sue migliori intenzioni. Eppure la nostra società, in modo più o meno inconsapevole, vi fa continuamente ricorso interrogandosi su come accogliere le sfide del progresso, come è il caso per esempio degli scenari aperti dalle biotecnologie.

Una strada che va percorsa è sicuramente quella della consapevolezza e della comprensione, di un'informazione che sia il più possibile esauriente circa le implicazioni morali, politiche, economiche e giuridiche dei progressi scientifici e tecnologici al fine di evitare i timori o le speranze eccessive. Questo lo spirito che anima gli ideatori del Festival di Bioetica, che si tiene il 28, 29 e 30 agosto a Santa Margherita Ligure.

Voluto e organizzato dall’Istituto Italiano di Bioetica, in collaborazione con il comune ospitante, con il patrocinio e la partecipazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri / Comitato Nazionale per la Bioetica, di Unicef, Unesco Chair in Bioethics, Biogem, Ecoistituto ReGe, Università degli Studi di Genova, NOIDONNE ne è Media Partner, l’evento intende promuovere la più ampia partecipazione al dibattito pubblico sui temi della salute, filone scelto per un appuntamento che si propone come primo di un ciclo destinato a continuare nei prossimi anni.

La salute, declinata nei suoi diversi aspetti: umano, ambientale e animale è dunque il vasto campo tematico scelto per la tre giorni con l’obiettivo di offrire una visione generale della bioetica nella sua globalità e nella complessità delle sue interrelazioni con uno sguardo multidisciplinare.

Tre i filoni tematici: Salute e stili di vita, Maternità e nuove tecnologie riproduttive, Medicina di genere, Fine vita e testamento biologico, Il bene salute (28 agosto); Ambiente e salute, ‘Ritorno a Itaca’ la città vivibile e la città vissuta, Diritto all’ambiente e diritto dell’ambiente, Responsabilità umana per l’ambiente, Salute globale (29 agosto); Benessere animale e salute umana, Bioetica e veterinaria, Interventi assistiti con gli animali, Etologia cognitiva, Vivere con gli animali (30 agosto).

La parola sarà affidata a esperti, docenti universitari, professionisti e studiosi che metteranno a confronto saperi, esperienze e visioni partecipando ai tavoli tematici che si avvicenderanno durante il giorno nello splendido scenario di Villa Durazzo, lasciando comunque spazio ad uno scambio aperto. La sera, in piazza Caprera, gli ‘Agorà’ solleciteranno il più vasto dibattito sugli argomenti affrontati.

Il Festival sarà anche una importante occasione per illustrare i contributi offerti dal Comitato Nazionale per la Bioetica al dibattito nazionale e internazionale.

Materiali

Depliant

Programma dettagliato

Guida tematica

Primo comunicato

Intervista a Luisella Battaglia (docente universitaria, Comitato Nazionale di Bioetica)

Intervista a Gianfranco Porcile  (oncologo)

Intervista al sindaco Paolo Donadoni

Intevista a Maria Galasso critica d'arte, giornalista (VitArte)

Al via il Festival: la prima giornata e la salute vista dalle donne

Curriculum relatori e relatrici, abstract interventi

Valerio Gennaro: schede intervento

Franco Henriquet: intervento

Carlo Casonato: intervento

Don Paolo Farinella: intervento

Da Re: relazione

Paolo Aldo Rossi: intervento

Massimo Terrile: intervento

Rassegna stampa quotidiani

“Oggi viviamo il rischio di una regressione democratica per cui i grandi problemi connessi all'impresa biotecnologica vengono troppo spesso concepiti come questioni da delegare agli scienziati, nella persuasione che i detentori del sapere siano anche i depositari della saggezza – afferma la prof.ssa Luisella Battaglia, tra gli ideatori dell’evento -. In realtà, le possibilità nuove che ci si aprono e che sono destinate ad avere un forte impatto sulla nostra vita pongono questioni straordinariamente complesse che riguardano l'intera cittadinanza”.

Il Sindaco, Paolo Donadoni, facendosi interprete della sensibilità dell’amministrazione comunale e della popolazione tutta, ha affermato: ”Un Festival di Bioetica in Italia mancava, noi abbiamo voluto portare il dibattito in piazza, nel cuore della città, aperto a tutte le persone, perché la Bioetica non è una disciplina riservata a pochi ma riguarda il quotidiano di tutte le persone. L’estate sammargheritese è svago e divertimento di qualità, ma puntiamo anche sul seminare momenti di confronto e di riflessione sui temi di attualità”.

Il programma dettagliato e altre informazioni/interviste sono pubblicate nel sito dell’Istituto Italiano di Bioetica e del periodico nazionale NOIDONNE (www.noidonne.org), media partner dell’evento.



Informazioni: stampa 339 5364627 / redazione@noidonne.org – organizzative 346 2302269 / segreteriaiib@gmail.com



- - - - - - - - - - - 

Press Release



FESTIVAL OF BIOETHICS –

Italy, Santa Margherita Ligure - 28th, 29th, 30th August 2017



Nowadays, Bioethics is still something mysterious, and is often associated with images that are either disturbing or that distort its true meaning and its best intentions. Yet our society, more or less consciously, appeals to bioethics all the time, inquiring about how to rise to the challenges of progress, as is the case, for example,regardingthe scenarios opened by biotechnologies.

A road to be taken is surely that of awareness and understanding,involving an information as exhaustive as possibleabout the moral, political, economic, and legal implications of scientific and technological progress in order to avoid excessive hopes or fears.

This is the spirit that drives the organizers of the Festival of bioethics, which is held on the 28th, 29th, and 30th of August inSanta Margherita Ligure, Italy.



The Festival of Bioethics has been conceived and organized by the Italian Institute of Bioethics, in collaboration with the Municipality of Santa Margherita Ligure, and with the patronage and participation of the Presidency of the Council of Ministers/National Bioethics Committee, of Unicef, of the Unesco Chair in Bioethics, of Biogem, of the ÖkoinstitutReGe, and of the University of Genoa.

The event aims to stimulate wider participation to the public debate on health issues—a set of topics chosen for a Festival that is expected to be the first of a series of initiativesover the next few years.

Healthwill bediscussed in its various aspects: human, animal and environmental. A wide range of topicshas been chosenfor this 3-day event, with the aim to provide an overview of bioethics as a whole and in the complexity of its interrelations through a multidisciplinary approach.



Lecturers and participants will discuss about:

Health and lifestyles, maternity and new reproductive technologies, gender medicine,end-of-life and living wills, health as goods (August28);

Environment and health, 'Return to Ithaca': thelivable city and city living, Environmental Law and the rights of the environment, human responsibility for the environment,global health (August29);

Animal welfare and human health, bioethics and veterinary medicine, animal assisted interventions, cognitive ethology, living with animals (August30).



Experts, academics, professionals, and scholars will share their knowledge, experiences, and visions by participating in open thematic sessions that will follow one another throughout the day in the magnificent Villa Durazzolocation. In the evening, in Caprera square, the 'Agora' will stimulate a broader debate about the topics discussed during the day.



The Festival will also represent an important opportunity to highlight the contributions made by the National Committee on Bioethics to the national and international debate.

Prof.LuisellaBattaglia, one of the architects of the event, declares:"Today we are experiencing the risk of a democratic regression whereby the big issues connected to the biotechnological enterprise are too oftenconceived of as matters to be entrusted to the scientists, in the belief that the holders of knowledge are also the keepers of wisdom. Actually, the new possibilities that are opening up, and which are likely to have a major impact on our lives raise extraordinarily complex issues that concern everybody."



The Mayor, Paolo Donadoni, expressing the views and the sentiments of the municipal administration and its population, said: "A Festival of Bioethics was missing in Italy. We have decided to bring the debate to the streets, in the heart of the city, open to everybody, because Bioethics is not adiscipline reserved to the few but concerns the daily life of all people. Summer in Santa Margherita Ligure means fun and quality leisure, but we also aim at stimulating public discussion and reflection on timely issues."

A detailed event program, additional interviews, and further information are available on the website of the Italian Institute of Bioethics as well as on thewebsite of the event’s media partner,NOIDONNE (www.noidonne.org).



Information:

Press: 339 5364627 / redazione@noidonne.org

Organization: 346 2302269 / segreteriaiib@gmail.com



Santa Margherita Ligure, 10th August2017.

Lascia un Commento

©2017 - Noi Donne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®