Login Registrati
La parola alla nostra rete

La parola alla nostra rete

Felicità. parliamone/2 - Abbiamo interpellato le lettrici per scrivere una sorta di articolo collettivo. Le molte risposte al ‘sondaggio’ lanciato su Facebook mettono ai primi posti: il tempo per se stesse e da trascorrere con i propri cari, l’impe

Martedi, 28/06/2016 - Articolo pubblicato nel mensile NoiDonne di Luglio 2016

Più che un sondaggio è stato uno scambio di opinioni, quello che NOIDONNE ha lanciato su Facebook per ‘misurare’ il grado di felicità delle donne. Uno spazio aperto per raccontarci cosa ci fa stare bene, un luogo per riflettere insieme sul nostro presente e dare ad ognuna un orizzonte in funzione del quale costruire il proprio futuro. In tante hanno risposto, con entusiasmo e disponibilità, ma certamente chi ci ha fatto sapere come la pensa su questo tema non rappresenta un campione significativo, né dal punto di vista quantitativo né da quello qualitativo. Sgomberato il campo dalle questioni statistiche, a leggere le risposte delle amiche non si può far altro che pensare che la felicità è un sistema complesso (come recita il titolo di un film uscito non troppo tempo fa) ma che ha bisogno di semplici, piccole cose alla portata di tutti, o quasi.

Il tema del tempo, per se stesse ma anche da passare con le persone che si ama, o con il proprio animale domestico, sembra la questione principale. Dice Patrizia che “la felicità è trascorrere tempo con amici/amiche perché senza amici (veri) si è più soli e trascorrere del tempo con il proprio compagno per realizzare il progetto di vita comune”; Sara scrive che ciò che la rende felice è “andare in bicicletta, viaggiare e scrivere. Sono cose collegate fra loro, esperienze che mi fanno stare in movimento e al tempo stesso sola con me stessa, regalandomi momenti di relax e possibilità di riflettere sulla mia vita e i miei errori, o sulle cose che desidero fare” ed aggiunge: “non ho bisogno degli altri per essere felice, per me il top è potermi gustare questi tre piaceri da sola”. Sempre sul tema del tempo, Antonella sottolinea come “avere tempo per se stesse sia ormai un lusso (leggere, viaggiare, meditare, la musica)”; anche Tommasina è sulla stessa lunghezza d’onda “Avere tempo per se stesse è la conquista più importante per le donne abituate solo all'accoglienza e all'accudimento. Liberarsi dei sensi di colpa per imparare a volersi bene”; Fortunata invece ci parla della necessità di prendersi del tempo per sé per “per ritrovarsi, ritrovare la centratura”.

Gli affetti sono l’altro elemento che non deve mancare e che va dal fare qualcosa per gli altri a passare del tempo con il proprio compagno/a e con i propri figli, fino a godere della compagnia del proprio animale domestico. Giovanna dice che “giocare con il mio cane o accarezzare il gatto mi da' tanta gioia e serenità”; per Antonella le relazioni affettive sono quelle che portano a “curare i rapporti e le relazioni con i familiari e gli amici, fare politica”, Elvira non parla di gioco ma della gioia che le offre trascorrere del tempo con i propri figli: “anche se ho una figlia grande sono felice quando sono con lei”.

“Noi siamo le cose nelle quali crediamo” dice Manuela e quindi l’impegno e l’aderenza alla propria identità sono centrali; da qui ne discende la partecipazione politica “intesa come servizio alla comunità, e non come sistemazione personale”, come dice Magda, o lottare per un’idea “perché è bello credere in un ideale che sia di altruismo e pace per tutti” come scrive Elettrika Marge.

Del successo professionale parlano Patrizia: “il successo professionale significa vedere realizzata se stessa, i propri sogni e l'autonomia economica”, Antonella “il successo professionale con conseguente buon guadagno” ed Elvira “il successo professionale aumenta l'autostima e potrebbe aumentare il reddito!”.

Sempre presente anche il viaggio, che incuriosisce e fa scoprire mondi nuovi come dicono Giovanna e Valentina e perché, come sottolinea Tommasina, “si entra in contatto con esperienze e vite diverse; se ne esce umanamente arricchite, aperte alle differenze e pronte alla condivisione e al confronto con chi è portatrice/ore di culture diverse”.

Godere della bellezza della natura è sicuramente un’altra delle scelte prioritarie che è stata declinata in differenti modi. Valentina dice che la natura la “tranquillizza”, Magda che “la lascia senza fiato” e a Rossella la bellezza della natura “riempie il cuore”.

Così come riempie il cuore a tante ricevere un gesto di gentilezza, cantare, ascoltare la musica, meditare.

Discorso a parte il fare l’amore, forse meno cliccato per una sorta di pudore, ma Elettrika Marge rispolverando un vecchio slogan dice che è importante “fare l'amore perché bisogna fare l'amore e non la guerra” e Manuela scoperchia la pentola dicendo che “chi non lo include sta mentendo a se stessa”. ‬

Per finire Teresa ricorda a tutte noi che forse mancava un punto tra quelli elencati: “vivere senza guerra e averne solo sentito parlare da 70 anni” e aggiunge che siamo fortunate ad aver potuto godere di tante gioie.





ECCO IL NOSTRO (NON) SONDAGGIO

Cosa rende felici le donne? Ecco il nostro (non) ‘sondaggio’ alla ricerca di una possibile graduatoria.

1. Godere della bellezza della natura

2. Giocare con il proprio animale domestico

3. Ballare

4. Ricevere un gesto di gentilezza

5. Trovare soldi per caso

6. Avere tempo per se stesse

7. Trascorrere tempo con gli/le amici/amiche

8. Guadagnare tanto

9. Fare l’amore

10. Fare qualcosa per gli altri

11. La musica

12. Lottare per un’idea

13. Fare un buon affare

14. Viaggiare

15. Il successo professionale

16. Fare sport

17. Giocare con i propri figli

18. Le vacanze

19. Il tempo trascorso con il/la proprio/a compagno/a

20. Nuotare

21. Fare shopping

22. Leggere

23. La politica

24. Meditare

25. Cantare

26. Altro

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®