Login Registrati
La Truffa dei Logan

La Truffa dei Logan

L’inarrestabile agente FBI, Sarah Grayson (Hilary Swank) si innamorerà di Clyde Logan o incastrerà i colpevoli di quella che viene considerata la rapina più incredibile della storia della Carolina del Nord?

Martedi, 05/06/2018 - La Truffa dei Logan
di Adriana Moltedo esperta di Comunicazione e Media

La Truffa dei Logan, è un film indipendente diretto da Steven Soderbergh un’ autore e regista a cui piacciono le sfide sperimentali.

Soderbergh, premio Oscar di Traffic (2000), che da giovanissimo vinse una Palma d'oro per Sesso, bugie e videotape, torna alla regia dopo quattro anni di assenza,

Prima si è assicurato la presenza nel cast del film di attori di serie A come Channing Tatum, Adam Driver, Daniel Craig, Hilary Swank e Katie Holmes, e Rebecca Blunt come sceneggiatrice esordiente, poi è andato direttamente dai distributori stranieri, in Canada e in Europa, pre-vendendo i diritti per la distribuzione del suo film in quei paesi. Poi ha venduto anticipatamente i diritti post-theatrical, ossia per i passaggi televisivi, on-demand e in streaming successivi all'uscita nei cinema. Con la raccolta di queste pre-vendite è riuscito ad accumulare il denaro necessario per girare il film, poco meno di 30 milioni di dollari.

Con questa operazione, il regista ha potuto avere dall'inizio alla fine, il controllo completo sulla sua opera, incluse le fasi abitualmente gestite dagli uffici marketing come la campagna promozionale, la realizzazione del trailer e il creatività legata al poster. Non avendo avuto le spese enormi che un grosso studio deve affrontare per un film di questo calibro, la soglia per considerare proficuo l'incasso del solo box office USA era più bassa, quindi quello che sarebbe normalmente stato un incasso mediocre, era in questo caso un buon successo.
.
Senza gli attori dalla sua parte non ce l'avrebbe fatta e, grazie alla fiducia guadagnata sul campo con i film precedenti, uno come Channing Tatum non ha esitato a entrare nel progetto. Tatum aveva già recitato precedentemente per Soderbergh agli altri attori è bastato il nome di Soderbergh per far parte di questo esperimento.


I fratelli Logan, Jimmy (Channing Tatum), un minatore disoccupato, divorziato e squattrinato del West Virginia, Clyde (Adam Driver), ex quarterback ora veterano della guerra in Iraq con una protesi al braccio, e la sorella Mellie (Riley Keough), una parrucchiera ossessionata dalle automobili, sono perseguitati da una maledizione che li ha condannati a un'eterna sfortuna.

I Logan sono una famiglia di sfigatissimi.

Channing Tatum è Jimmy Logan, un contadino del West Virginia che ha perso il lavoro per colpa di un’infortunio sul campo da football. La sua vita privata è altrettanto malmessa: l’ex moglie Bobbie Jo (Katie Holmes) ha vinto la custodia della figlia, e Jimmy affoga i suoi dispiaceri nel bar gestito dal fratello Clyde (Adam Driver), un veterano di guerra che è tornato dall’Iraq.

Nonostante sembrino due sprovveduti, i Logan si riveleranno due cervelli sopraffini.

Per risollevare le finanze della famiglia escogitano una rapina ai danni del Charlotte Motor Speedway durante la leggendaria gara di auto Coca-Cola 600 che si tiene in occasione del Memorial Day, l'evento NASCAR più atteso e seguito dell'anno.

Per riuscirci hanno bisogno dell’aiuto dell'esperto in esplosioni Joe Bang un inedito Daniel Craig, che sfodera diverse frasi a effetto in pieno stile Bond. Ma per loro sfortuna, è stato incarcerato.

Quindi il loro primo obiettivo è quello di fare uscire Joe di prigione il tempo necessario al loro colpo, senza che le guardie se ne accorgano.

Proprio quando sembra che il colpo del secolo sia stato portato a termine, un’inarrestabile agente FBI, Sarah Grayson (Hilary Swank), inizia a indagare sulla scena del crimine e a sospettare di tutto e tutti, decisa a fare qualsiasi cosa per fermare e incastrare i colpevoli di quella che viene considerata la rapina più incredibile della storia della Carolina del Nord.

La truffa dei Logan è una brillante commedia d'azione, accompagnata dalla struggente ballata country «Take Me Home, Country Roads», racconta il quotidiano di un'America profonda che può contare ormai solo su stessa per uscire dal ristagno economico e sociale.

Il divertimento scanzonato è garantito da Soderbergh che mischia e dosa alla perfezione la precisione con la leggerezza. C'è tutto il gusto di seguire i binari consolidati del "film sul colpo", il cosiddetto heist movie con ritmo veloce, montaggi con canzoni, battute a effetto, colpi di scena a cascata.

Qui tra auto veloci, direttori di carcere bifolchi e sorelle supersexy con la minigonna, ma anche sentimenti e legami che passano per i gesti e i fatti più che per le parole.

La truffa dei Logan è come una brezza d’estate, fresco e dolce. L’ultima opera di Soderbergh è divertente, geniale, piena di colpi di scena; un film di rapinatori bifolchi che hanno deciso che la prima cosa è il loro conto in banca.

«Tutto quello che puzza d’importante non mi interessa più», ha detto il regista di recente al New York Times.

L’inarrestabile agente FBI, Sarah Grayson (Hilary Swank) si innamorerà di Clyde Logan ex quarterback ora veterano della guerra in Iraq con una protesi al braccio e lascerà perdere, o farà il suo dovere e incastrerà i colpevoli di quella che viene considerata la rapina più incredibile della storia della Carolina del Nord?

La truffa dei Logan, è la cronaca ironica e adrenalinica di una delle rapine più sgangherate della storia del cinema.

Link Esterno

Lascia un Commento

©2017 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.6292 del 7 Settembre 2001 - P.IVA 00906821004
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®