Dalla rete: Mondo

Le donne-mulo che muoiono a Ceuta - di Carla Pecis

Le donne morte lungo il confine con la Spagna

inserito da Redazione

Una delle porte per entrare in Europa, dal Marocco e dai paesi sub sahariani è il confine con la Spagna, presso l’enclave di Ceuta. Su questo confine lunedì 28 agosto sono morte due donne, altre quattro ferite gravemente. Altre cinque erano state ferite in aprile, una ragazza morta in marzo: sono le donne mulo. Sono morte calpestate dalla ressa ingovernabile che si crea al passaggio, travolte e uccise. Ma chi sono queste donne che si ammassano ogni giorno su questo ‘confine’? Sono portatrici di merci, “muli”, animali da soma che per conto di contrabbandieri con base nel grande centro di smistamento di Ceuta (oltre 270 ‘aziende’) cercano di far passare dalla frontiera tra Ceuta e il Marocco carichi inauditi di merce di contrabbando (piccoli elettrodomestici, abbigliamento, alimentari, tappeti). Ogni carico è di almeno 80 chili e la remunerazione è di 5 euro. Stanno sotto il sole, senza acqua potabile, senza servizi igienici, sottoposte a continui soprusi anche sessuali. Le autorità di frontiera consentono il passaggio di 4.000 persone al giorno, ogni giorno si presentano oltre 20.000 persone, e tra queste le donne-mulo con i loro carichi. Le resse, la confusione, le prepotenze sono la regola quotidiana. Anche in occasione della tragedia di lunedì, le autorità di frontiera hanno aperto l’ennesima “inchiesta”….

Da Mediterranea a cura carlapecis@tiscali.it dell'Udi Catania
29 agosto 2017


| 03 Settembre 2017





// Vuoi lasciare un commento? Se vuoi lasciare un commento e sei registrato Accedi
Se vuoi lasciare un commento e sei non sei registrato Registrati
// Primo Piano

“Lettere a mia figlia”: l’Alzheimer raccontato da Leo Gullotta - In occasione della Giornata Mondiale per la lotta contro l’Alzheimer oggi in ondasu Studio Universal un cortometraggio pluripremiato... (Continua)

Dalla Toscana il ben-essere degli oli essenziali. Per nutrirsi e prendersi cura di sè - Dalle terre della Toscana, nascono gli Oli Essenziali di OLIGEA, naturali e certificati biologici. La presidente Elena Giannini illustra gli obiettivi di un progetto che coniuga rispetto per l’ambiente e sostenibilità economica... (Continua)

Uccisori, stupratori, caporali... - Una proposta per contrastare la violenza "iniziamo a denunciare penalmente per istigazione a delinquere tutti quei soggetti che risultano conniventi con la violenza maschile sulle donne"... (Continua)

Vedi tutti »
// Ricerca nel Sito
// Le Nostre
   Esperte
Foto di Carpinelli Cristina
EUROPA ORIENTALE
Foto di Avetta Paola
LE DONNE E LE RIFORME
Foto di Irace Emanuela
MEDIO ORIENTE
Foto di Vaccaro Silvia
DIRITTI UMANI
Vedi tutte »