Login Registrati

SERENA DANDINI, 'La vasca del Führer' (Einaudi)

ReteDonne e. V. e Italia Altrove con il sostegno dell'Istituto di Cultura di Berlino e l'Istituto di Cultura di Colonia invitano alla presentazione on line prevista per lunedì 17 maggio (h 19.30)

Lunedí 17 maggio alle ore 19.30  incontro e lettura con SERENA DANDINI - La vasca del Führer
Lee Miller ha da poco scattato le prime immagini del campo di concentramento di Dachau liberato, e ora si sta lavando nella vasca del Führer. Partendo da un’iconica foto in bianco e nero, così inverosimile e surreale, Serena Dandini ripercorre l’avventura umana di una donna al centro della Storia. Lo fa con rispetto, ammirazione e amore, ma soprattutto mettendo in gioco sé stessa

Saluto istituzionale della Prof. Maria Carolina Foi - Direttrice dell'Istituto di Cultura di Berlino
Moderazione: Elettra de Salvo


L'incontro nasce da una nuova felice collaborazione tra ReteDonne e. V. e Italia Altrove con il sostegno dell'Istituto di Cultura di Berlino e l'Istituto di Cultura di Colonia. Potete seguire la diretta sulla pagina Facebook di Francoforte, su quella di Düsseldorf o sul canale Youtube di Italia Altrove Francoforte.
Si potranno rivolgere domande in diretta a Serena Dandini.

- - - - - - - -
Serena Dandini con il suo ultimo libro ci narra la storia straordinaria di una donna nella Storia: Lee Miller Penrose. Lee fu attrice e modella, artista e anti-musa, donna bellissima che preferiva “fare fotografia che essere una fotografia”. Ma è proprio da un´istantanea in bianco e nero che la ritraeva nella vasca da bagno del Führer che l´autrice trae ispirazione per ripercorrere le molte vite di una protagonista del novecento, libera e ribelle.
Elizabeth Miller, che cambia il nome in Lee, appellativo neutro e avulso da pregiudizi di genere, apre molto giovane a New York uno studio fotografico, ritrae Joseph Cornell e le attrici Lilian Harvey, Gertrude Lawrence e la scrittrice Gertrude Stein.
Diventa amante di Man Ray, è amica di Pablo Picasso, modella per Vogue e attrice con Jean Cocteau, ma conosce e ritrae anche Max Ernst, Fred Astaire, Colette Maurice Chevalier e Marlene Dietrich. Durante la seconda guerra mondiale decide di diventare la corrispondente di guerra per Vogue.
Insieme al fotografo e amico David Scherman, entra nel campo di concentramento di Buchenwald e di Dachau subito dopo la liberazione: sarà proprio Scherman a scattare la celebre foto di Lee nella vasca di Adold Hitler , a Monaco di Baviera nel 1945.
Serena Dandini va a cercare Lee nei suoi luoghi, “dialoga” con lei e lo fa mettendo sé stessa in gioco, consegnandoci un avvincente romanzo che narra la storia vera di un´esistenza intensa vissuta tra i fasti e le tragedie del secolo scorso.
Sul frontespizio del libro una domanda sembra non aver trovato risposta: è possibile per una donna rimanere “un genio libero” e uno “spirito dell’aria” senza pagare nessuna conseguenza?

“La vasca del Führer” è pubblicato da Einaudi Stile libero.




ReteDonne_eV__Serena_Dandini.pdf

Lascia un Commento

©2019 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.33421 del 23 /09/ 2019 - P.IVA 00878931005
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®