Login Registrati
Settenove, libri belli e utili per combattere la violenza di genere. A partire dall’infanzia

Settenove, libri belli e utili per combattere la violenza di genere. A partire dall’infanzia

A dieci anni dall’avvio di Settenove, Monica Martinelli racconta il suo percorso come editrice di libri dedicati alla prevenzione delle discriminazioni basate sul genere. Un investimento sulle giovani generazioni

Mercoledi, 28/12/2022 - È un progetto editoriale interamente dedicato alla prevenzione della discriminazione e della violenza di genere, tema che affronta ponendo una particolare attenzione alla narrativa per l’infanzia e l’adolescenza nell’intento di “contribuire allo sviluppo di un immaginario libero da stereotipi”. Settenove, la casa editrice fondata nel 2013 da Monica Martinelli che ne è anche direttrice editoriale, nasce proprio da questa convinzione e dall’idea che la violenza “non è un’emergenza improvvisa ma un fenomeno strutturale delle società che va affrontato a partire da un approccio pedagogico e culturale che proponga modelli non discriminatori di educazione paritaria”. Con il suo lavoro editoriale, Settenove si concentra “sugli ostacoli culturali e sociali che, in forme diverse, legittimano la violenza” e per questo non è soltanto un’editrice “ma una casa per i suoi lettori e le sue lettrici, di tutte le età, con i quali costruire relazioni, percorsi e strumenti educativi”. 



Il nome Settenove “è un riferimento al 1979, un anno importante in cui le Nazioni Unite hanno adottato la CEDAW, la Convenzione Onu per l'eliminazione di ogni forma di discriminazione e violenza contro le donne, che per la prima volta individua nello stereotipo di genere il seme della violenza”. Inoltre nel 1979 “la Rai ebbe l’audacia di mandare in onda il documentario Processo per stupro, di Loredana Rotondo e nello stesso anno, la prima donna, Nilde Iotti, divenne presidente della Camera”.

Il coraggio e la lungimiranza di Monica Martinelli è raccontato anche dal logo di Settenove: tre differenti parentesi che racchiudono sistemi complessi in modo rigido con regole predefinite. “Se le parentesi rappresentano il mondo attuale e le categorie che ingabbiano la società in cui viviamo, Settenove si identifica in tutto l'universo che sta al di fuori di esse, posizionando il suo nome sempre al di fuori delle ultime parentesi chiuse”. La tenacia dell’editrice, oltre alla qualità editoriale e alla cura della grafica, è stata premiata nel 2022 con il prestigioso riconoscimento attribuito a “Non siamo angeli”, albo illustrato di Guia Risari e Alicia Baladan, selezionato tra le migliori pubblicazioni del 2022 della International Youth Library di Monaco per la lista dei White Ravens 2022. Altro riconoscimento assai significativo è stata la menzione d’onore di Legambiente per l'innovazione e il coraggio di promuovere una costante qualità editoriale.

Per vedere 'sul campo' il metodo di lavoro dell'editrice si segnala una tra le più recenti pubblicazioni che affronta il tema dell'Europa dal punto di vista delle donne; si tratta di "Pioniere. Le donne che hanno fatto l'Europa" con i testi di Pina Caporaso e Giulia Mirandola e le illustrazioni di Michela Nanut.

Abbiamo incontrato Monica Martinelli a Roma in occasione di Più Libri. Più Liberi e, anche per sottolineare l’approssimarsi del decennale di Settenove, l’abbiamo intervistata per conoscere una bella storia di imprenditoria culturale al femminile che, poggiando su solide basi professionali, è nata dalla ferma volontà di promuovere e diffondere un messaggio Politico che guarda lontano nella consapevolezza che a fare la differenza sarà l’educazione delle giovani generazioni.                                                                                             

Settenove - Via don Minzoni, 44/e – 61043 Cagli PU / tel 0721 787699 / mail: info@settenove.it - www.settenove.it


Lascia un Commento

©2019 - NoiDonne - Iscrizione ROC n.33421 del 23 /09/ 2019 - P.IVA 00878931005
Privacy Policy | Creazione Siti Internet WebDimension®